10.6.18 Gilsbakki – Borgarnes – Snaefellsnes – Breidavik

Snaefellsnes e Latrabjarg

La giornata è una di quelle toste. Sveglia presto per tornare alle Hraunfossar: occorre rifare qualche video.

Dopo aver consumato la colazione, subito in auto per raggiungere Borgarnes. Da qui si imbocca la 54: strada che percorre quasi tutta la penisola di Snaefell. Invece di seguire la strada verso nord, ci aspettano Budakirkja e Hellnar.

Il parco nazionale dello Snaefell è composto principalmente da un campo di lava ricoperto da muschio. Spettacolare! Proseguiamo quindi lungo la strada che accerchia il vulcano Snaefellsjokull (no, nôn andiamo al centro della terra come nei racconti di Jules Verne).
A nord ovest della penisola troviamo una magnifica spiaggia dorata: purtroppo le fotografie non gli rendono giustizia.

Raggiungiamo Stikkisholmur, dove ci attende un traghetto della durata di circa 3 ore fino quasi a Flokalundur (nel ‘pennacchio’ nord occidentale). Rapidamente percorriamo la strada 62 verso ovest per poi affrontare la 612. Lungo questa strada si possono trovare due relitti interessanti:

  • Una baleniera costruita nello stesso anno del Titanic, nonchè la prima nave in acciaio dell’Islanda, la Gardar BA64. Per maggiori informazioni cliccare qui.
  • Un DC3 della marina USA conservato (smontato) nel museo Hnjotur Folk. Qui è conservato anche un biplano Antonov, ma il tempo è tiranno.

Proseguendo sulla strada arriviamo a Breidavik. Una volta concluso il check-in all’hotel, ed aver messo in carica un quintale di batterie, proseguiamo in direzione sud: obiettivo Latrabjarg.

 

DSCN0061
DSCN0061
Aperture: 3.3Camera: COOLPIX S6900Iso: 125Orientation: 1
« 1 di 21 »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *